Vucciria open air market English Version

vucciria

Sono 4 i mercati storici di Palermo: Vucciria, Capo, Ballaro' e Borgo vecchio, luoghi caratteristici da visitare, e da inserire negli itinerari turistici perche' angoli autentici del passato.

Vicino alla stazione centrale c'e' Ballaro', ideale per entrare subito nello spirito della Sicilia oppure se volete acquistare un souvenir dell’ ultimo momento prima di ripartire.

La Vucciria ed il Capo, invece, sono mercati facilmente raggiungibili in quanto situati vicino a monumenti di Palermo che non si possono assolutamente perdere.

La Vucciria, infatti, e' tra via Roma e Corso Vittorio Emanuele, all'altezza dei Quattro Canti quindi a due passi dalla Cattedrale e dalla meravigliosa chiesa greco-ortodossa: La Martorana.

mercato del capo palermo

Il mercato del Capo, e' in prossimità del Teatro Massimo nel pieno centro storico.

Borgo vecchio si trova in Corso Scina', vicino al Porto ed e' aperto tutta la notte per cui, per i giovani e gli amanti delle discoteche, e' diventato un luogo di ritrovo notturno.

I 4 mercati di Palermo sono accomunati dalla stessa caratteristica: essere rimasti immutati nel tempo, ed appaiono agli occhi del visitatore moderno con la stessa atmosfera, gli stessi profumi, gli stessi colori che offrivano al mercante arabo del X secolo.

Mercato della Vucciria

La Vucciria "immortalata" nel 1974 dal grande pittore siciliano Renato Guttuso

Tra i clacson, gli ingorghi ed il caos del centro città, i grandi magazzini, questi luoghi appaiono anacronistici ed evidenziano immediatamente il contrasto tra il nuovo ed il vecchio, tra il passato ed il presente che vive nel cuore di Palermo.

Non ci sono insegne luminose ma enormi lampade, non esiste cellophane ma cartone.

Il viottolo che si apre tra le bancarelle e' strettissimo ed e' spesso reso impraticabile dalla folla.

Non abbiate paura ad entrare e, una volta li', godetevi uno spettacolo straordinario ed una ospitalita' genuina.

La peculiarita' di questi mercati e' quella di essere sopravvissuti al bombardamento del progresso e della globalizzazione. Godetevi le fraganze sprigionate dalla merce esposta ed i colori sgargianti della frutta e verdura esposta nelle bancarelle baciate dal sole. Qui non c'e' musica in sottofondo, anzi, la musica è offerta dai venditori che, a voce alta, in un dialetto incomprensibile per lo straniero, invitano ad acquistare il prodotto e a volte cantano canzoni.

Vi coinvolgeranno, vi inviteranno ad assaggiare la frutta, vi accoglieranno con un sorriso e vi trasmetteranno il buon umore che aleggia in questi luoghi.

I profumi degli alimenti e delle spezie che provengono dalle bancarelle si mescolano in una fragranza straordinaria che solo qui e' possibile sentire: le panelle e le ‘’crocchè’’ fritte insieme alle stigliole, il pane appena sfornato con i biscotti e gli sfingioni, il profumo di limoni e arance con la fragranza dell'olio.

Anche i sapori sono quelli di una volta, gustate i panini farciti di melanzane fritte, crocche' e panelle oppure gli sfincioni che spesso vengono portati su un carretto decorato spinto a mano dal venditore che lo decanta ad altissima voce, assaporate i dolci di cui i palermitani sono "licchi" e specialisti: cassate, cannoli, torrone, pasticcini alle mandorle, gelati, granite, e sarà davvero impossibile resistere !

frittola

Venditore di Frittola davanti l'ingresso del Mercato del Capo

mercato del capo palermo suora

 

Immagine della Suora sul Campanile della Chiesa di Santa Maria della Mercede al Capo

La visita dei mercati di Palermo è inclusa nei nostri tours a piedi, in auto o minivan.

Per qualsiasi informazione contattateci siamo a Vostra completa disposizione > contatti